Mettiamo Radici

“Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Poi tu vinci” – Mahatma Gandhi

Archivi delle etichette: predellino

Lo voglio!

Il link è pericoloso, lo so, però ne vale la pena.

Gli ci vuole pure il manuale! Sono fantastici!

Annunci

Era proprio necessario?

Ma, Fini, tra i tanti argomenti che si potevano cercare, avevi proprio bisogno di andare a prendere questo?

Domani voglio il rendiconto di tutto quello che prendi, lo sai, vero?

Lo sai, vero, che nei prossimi giorni compariranno sui giornali tutte le destinazioni dei 100000 euro dati da Veltroni in beneficenza, e che l’unico reponsabile sarai stato tu?

Altro che paracadutata…

…questa è stata direttamente teletrasportata!

Chiarifichiamo, però: l’avevan preparata, pure bene, direi, ma l’attore protagonista ha mandato tutto al vento, con quel commento un po’ pirla. Se non lo faceva, magari poi la successiva candidatura la si poteva anche prendere sul serio, così, invece, ci si fa una risata sopra.

Cose da pazzi…

Stiamo iniziando a delirare.

Speriamo che sia solo delirio, non può essere la realtà, non può.

Ma come fanno a votare per uno così?

Notizie scomparse

Ieri sera ho letto la seguente agenzia:

17:54 Mastella: “Con Berlusconi c’era accordo scritto”

“L’accordo con Berlusconi c’era ed era pure su carta”. Intervistato dal quotidiano City, l’ex guardasigilli Clemente Mastella rivela che, caduto Prodi, era tutto pronto per il suo passaggio nel Pdl: “Per correttezza non ho detto niente, ma confermo che l’accordo scritto c’era. Poi è venuto meno. Qualcosa di misterioso è accaduto contro di me”.

Perchè oggi non la trovo più?

Comunque, questa è la prova che dopo il “contratto con gli italiani”, anche quest’altro non è stato rispettato.

I giochi sono fatti

Le liste sono chiuse.

Nel Partito del Poppolo del Predellino del Capo delle Libertà (chiedete in giro, secondo me un buon 50% della popolazione italiana ancora non sa come si chiama, questo benedetto partito) sono ancora lì a chiedersi se vada bene o meno candidare un fascista.  E lo sguattero si agita. Chi è lo sguattero? Controllate il link precedente.

Ma questi davvero poi diventeranno un partito unico?

Radicali ma democratici

E così, anche i Radicali, guidati da Emma Bonino, faranno parte delle liste del Partito Democratico.

Scelta non facile da accettare, immagino, per Bonino e Pannella.

Saranno però una presenza importante, penso. Una sorta di coscienza laica, che si confronterà con quella cattolica già presente nel PD, creando (si spera) un giusto equilibrio. Ecco, se però domani vedo Pannella dai Socialisti, è lecito avere qualche dubbio.

Veltroni annuncia di avere già pronti 12 Ddl da presentare, uno per ognuna delle idee-forza del programma, al primo Consiglio dei Ministri se vinceremo le elezioni. Verranno presentati il 13 Marzo.

Il Pdl candiderà solo persone che non hanno procedimenti giudiziari in corso. Tranne quelli i cui processi hanno origine politica. Solo che siccome secondo loro tutti i processi hanno origine politica, continueranno a mettere in lista di tutto, e di più. Un altro lecito dubbio: bene, avete candidato solo gente che non abbia procedimenti in corso, ma che fate nel caso di persone il cui procedimento è finito, e sono state condannate? La risposta penso che potrebbe farmi sorridere. Ma permettetemi una citazione:

«In ultimo, ti ricordo, che eventuali procedimenti penali che riguardano nostri parlamentari o eventuali candidati, esclusi naturalmente quelli che, come sappiamo, hanno un’origine di carattere politico, costituiscono un motivo sufficiente di esclusione, soprattutto per un partito come il nostro che dalla sua nascita ha sempre potuto vantare un’assoluta onestà da parte di tutti i suoi rappresentanti», conclude Bondi.

Un chiaro esempio di comicità involontaria.

Abbiamo corso un rischio..

Più candidati premier per tutti

Adesso non vorrei esagerare, la notizia va presa con le molle, e non ci crederò al 100% finchè non lo vedrò sancito dalle liste elettorali, ma pare, e dico pare, che l’UDC sia intenzionata ad andare da sola, candidando Casini come premier.

Quanto tutto questo possa essere solo un modo per vedere accolte più richieste, non ne ho idea.

Ma per come si stanno mettendo le cose, potrebbe accadere l’impensabile.