Mettiamo Radici

“Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Poi tu vinci” – Mahatma Gandhi

Dei TG e dell’insicurezza

Quante volte mi è capitato di arrabbiarmi perchè un TG partiva presentando notizie riguardanti particolari raccapriccianti di un delitto? Troppe.

Sono sempre stato convinto che l’eccessiva presentazione di notizie di cronaca nera potesse generare nelle persone un senso forte di insicurezza, ma rimane una mia convinzione che non può essere provata in nessun modo. Poteva invece essere provato il tempo dedicato dai TG alle notizie di Cronaca Nera. Volevo provare a fare una ricerca, su quante volte un fatto di cronaca nera fosse comparso nei titoli di testa di un TG, e quante volte come prima notizia. Ma era un lavoro quasi impossibile da fare.

Oggi ho scoperto che qualcun altro ci aveva già pensato, e aveva fatto, pur se con un metodo diverso, un’analisi statistica sulla presentazione delle notizie di cronaca nera in Italia nei telegiornali, relativo al periodo 2003-2008. Il lavoro è merito del Centro d’Ascolto dell’Informazione Radiotelevisiva, promosso dai Radicali Italiani, e prende in considerazione la percentuale di tempo che un TG ha dedicato alla cronaca nera sul totale delle sue edizioni.

Ed ecco il dato più importante, estratto dalla loro analisi:

Mentre nel periodo 2003-2005 la rappresentazione di eventi criminosi si è mantenuta costante, a partire dal 2006 si è rilevato un sensibile incremento del tempo dedicato a questa tipologia di notizie, con un ulteriore aumento nel corso del 2007.

Tanto per intenderci, la base dei dati è il tempo totale dei 7 maggiori TG, 3 RAI, 3 Mediaset, 1 La7. Il tempo medio dedicato ai fatti di violenza nel 2005 è stato il 10.7%, per poi passare al 18.8% del 2006, ed infine al 23.7% del 2007. Hai voglia a dire che la percezione di insicurezza è aumentata, mentre i fatti di violenza sono diminuiti! Qui non si tratta di opinioni, si tratta di fatti. Il fatto è che i telegiornali, nel biennio 2006-2007 hanno più che raddoppiato lo spazio dato ai fatti di violenza.

I motivi di questa scelta possono essere sicuramente molteplici, come per esempio i dati di ascolto. Si può supporre che i fatti di cronaca nera aumentino lo share di un programma, ma allora perchè la media nel triennio 2003-2005 è sempre stata ferma intorno al 10%, per poi salire del 8% in un solo anno, guarda caso il 2006 ? Come mai nel 2004 era 12,3% e nel 2005 è scesa al 10,7% ?

Un altra statistica che mi piacerebbe venisse presa dal centro d’ascolto sarebbe la seguente: quanta importanza viene data nei titoli dei TG alla cronaca nera? La ricerca pubblicata ha dati parziali sulle prime notizie dei TG quando sono di cronaca nera, ma è relativa solo ad un anno, il 2007. Sarebbe interessante avere questa statistica anno per anno nel periodo 2003-2008, magari anche divisa mese per mese, anche considerato che il centro d’ascolto è capaci di raccogliere dati come questi.

Qualche ultino interrogativo che mi pare importante: come fa un fatto a diventare notizia? In Italia ci sono ogni anno un numero X di omicidi e violenze. Chi decide che un avvenimento ha diritto alla prima pagina? Le agenzie di stampa? I TG? Da dove saltano fuori i “gialli televisivi” ? Di chi è la regia?

Annunci

2 risposte a “Dei TG e dell’insicurezza

  1. Neclord 26 agosto 2008 alle 11:04

    L’uso dei telegiornali in Italia ricorda alcune scene del film V per Vendetta, quando l’alto cancelliere da ordine alla stampa di tartassare l’opinione pubblica per intimorirla in vista del 5 novembre (manifestazione organizzata per quella data). Alcuni telegiornali, ma in generale tutti, strumentalizzano, inventano, guidano le persone ad avere idee conformizzate. La rete è l’unica che può salvarci da un mare di balle.

  2. andreacerase 27 gennaio 2009 alle 15:30

    La Sapienza Università di Roma – Facoltà di Scienze della Comunicazione sta realizzando una ricerca sulla rappresentazione della cronaca nera nella stampa e nei TG. Abbiamo provato ad elaborare una Tag Cloud utilizzando il corpus testuale costituito dai titoli delle notizie di cronaca. Il risultato è soprendente:
    http://cattivenotizie.wordpress.com/2009/01/23/una-tag-vi-seppellira/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: