Mettiamo Radici

“Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Poi tu vinci” – Mahatma Gandhi

25 Aprile

[Di anni 20. Nato il 24 maggio 1925 a Torino, ed ivi residente. Di professione meccanico. Appartenente alla Brigata “Lullo Mongada”, della Divisione Autonoma “Sergio De Vitis”. Attivo nella zona di Avigliana (Torino), nel maggio del 1944 prende parte ai combattimenti in Valle di Susa. Nel dicembre 1944, mentre si trova alla Barriera di Milano in Torino, è fatto prigioniero da alcuni elementi del RAU (Reparto Arditi ufficiali), che lo conducono immediatamente alla Carceri Nuove di Torino, dov’è detenuto fino al processo. Condannato a morte dal Tribunale Co.Gu. (Contro guerriglia), è fucilato da un plotone di soldati della GNR (Guardia nazionale repubblicana) il 22 dicembre 1944, al poligono di tiro nazionale del Martinetto. Con lui è giustiziato anche Candido Dovis.]

Carissimi genitori, parenti e amici tutti,
devo comunicarvi una brutta notizia. Io e Candido,
tutt’e due, siamo stati condannati a morte. Fatevi coraggio,
noi siamo innocenti. Ci hanno condannati solo perché siamo
partigiani.
Io sono sempre vicino a voi.
Dopo tante vitacce, in montagna, dover morir così…
Ma, in Paradiso, sarò vicino a mio fratello, con la nonna,
e pregherò per tutti voi. Vi sarò sempre vicino, vicino a
te, caro papà, vicino a te, mammina.
Vado alla morte tranquillo assistito dal Cappellano
delle carceri che, a momenti, deve portarmi la Comunione.
Andate poi da lui, vi dirà dove mi avranno seppellito.
Pregate per me. Vi chiedo perdono, se vi ho dato dei dispia-
ceri.
Dietro il quadro della Madonna, nella mia stanza, trove-
rete un po’ di denaro. Prendetelo e fate dire una Messa per
me. La mia roba, datela ai poveri del paese.
Salutatemi il Parroco ed il Teologo, e dite loro che
preghino per me. Voi fatevi coraggio. Non mettetevi in pena
per me. Sono in Cielo e pregherò per voi. Termino con man-
darvi tanti baci e tanti auguri di buon Natale. Io lo passerò
in Cielo.
Arrivederci in Paradiso. Vostro figlio Armando
Viva l’Italia ! Viva gli Alpini !

[Dal Carcere, il 22 dicembre 1944]

E’ gente come lui, che ha fondato la Repubblica Italiana, e ne ha scritto la Costituzione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: