Mettiamo Radici

“Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Poi tu vinci” – Mahatma Gandhi

Monnezza e politica.

Fiorello ha detto: “Campani, se i politici non vi risolvono il problema rifiuti, stracciate la tessera elettorale“.

Mi sta bene, ma considerate una cosa: chi ha in mano oggi l’affare-rifiuti in Campania? La politica? Non direi proprio. Chi ha interesse a che il problema dei rifiuti a Napoli non venga mai risolto? La politica? Proprio no. Quali sono i quartieri che nonostante i problemi della raccolta, sono sempre rimasti lindi e puliti? Un esempio: Scampia.

Volete risolvere il problema dei rifiuti, cari cittadini campani? Iniziate a rimboccarvi le maniche, allora.

La politica, cattiva, non vi fa fare la raccolta differenziata? E allora? Fatevela da soli.

Non ci vuole molto, certo un po’ di fatica dovrete farla, ma il risultato sarà più grande. Un condominio di solito ha un giardino. Fate un’assemblea. Decidete di recintare un pezzo di tale giardino, e dedicatelo al compostaggio. Contattate un contadino o un’azienda agricola della zona: il compost può essere usato per concimare un orto, se fatto seriamente. Glielo regalerete, e lui dovrà spendere solo i soldi del trasporto da casa vostra ai campi. Con costanza e pazienza, in primo luogo i rifiuti diminuiranno, così come la loro tossicità se lasciati in strada per lungo tempo. Che credete che siano i liquami tossici e gli odori che si sentono quando passate di fianco ad un cumulo di immondizia? Certo ci saranno anche tra i rifiuti solidi degli elementi pericolosi (plastiche, ecc..), ma anche solo togliendo la parte umida, una grossa fetta di tossicità sarebbe eliminata!

Secondo: quando vedrò i cittadini campani comportarsi con la stessa frenesia per levare dalle strade non i rifiuti fisici, ma quelli umani dell’influenza della Camorra, allora vuol dire che saremo sulla strada giusta. 

Annunci

6 risposte a “Monnezza e politica.

  1. Pingback:Fontan Blog » Monnezza e politica. - Il blog degli studenti.

  2. imago lucis (mammenellarete) 19 febbraio 2008 alle 16:56

    Sono d’accordo, ma io direi che non basta che solo i napoletani si rimbocchino le maniche… è importante che da parte di tutti ci sia una reazione forte…dire “che i napoletani si rimbocchino le maniche” è un pò forte non pensi? Io preferisco la reazione delle mamme napoletane che hanno posato per un calendario in segno di protesta…se volete, ne abbiamo parlato sul nostro blog…

  3. xerses81 19 febbraio 2008 alle 17:39

    Prima di tutto, non ho scritto napoletani, ma campani. 🙂
    Secondo: è arrivato il momento che si diano anche esempi positivi. Non è possibile che la risposta al problema dei rifiuti siano solo blocchi stradali. Bisogna che si dimostri la volontà vera di contribuire a diminuire la quantità di rifiuti che va a finire sulle strade.

  4. Pingback:Appunti Blog IT » Monnezza e politica.

  5. Pingback:Problema rifiuti: l’articolo di Romano Prodi « Mettiamo Radici

  6. Pingback:Monnezza e politica | Politica blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: